Shashel®

Dermestidi e falena

Dermestidi

I dermestidi rappresentano un membro della famiglia Dermestidae, che comprende 600 specie di coleotteri diversi conosciuti sotto il nome di "mangiatori di derma". Il nome deriva dalla loro alimentazione: si nutrono di resti animali, piume, lana, pelle, pelliccia e altri materiali organici. Si tratta quindi di necrobionti, i principali parassiti delle scorte e degli oggetti contenenti sostanze di origine animale. Spesso i dermestidi si trovano in prossimità di cibo per animali o in luoghi in cui sono conservati materiali naturali come reperti museali, pellicce, tappeti, ecc.

Nella vita quotidiana, i dermestidi della pelle possono fungere da parassiti perché possono danneggiare gli oggetti domestici contenenti materiali naturali.

Tuttavia, in natura, hanno un ruolo importante da svolgere e sono operatori sanitari - riciclatori che aiutano a decomporre materiali organici come i resti animali. Svolgono un ruolo nei cicli naturali di decomposizione riciclando la materia organica e restituendola al suolo.

I parassiti amano gli ambienti secchi e prediligono le carcasse di animali essiccate e i nidi di uccelli. Va notato che le larve rappresentano una minaccia diretta. L'insetto adulto è afago, cioè non si nutre. Le loro dimensioni sono fino a 12 mm.
Siamo interessati al dermestide di cuoio da museo, nota anche come Anthrenus museorum. Spesso questa specie provoca danni a reperti museali, opere d'arte, manufatti storici e altri oggetti di valore.
I dermestidi di museo si nutrono di una varietà di materiali organici, come ad esempio:

Materiali artificiali di origine animale: Gli alimenti di cui si nutrono i dermestidi del museo comprendono materiali come seta, cotone, lino, carta e altri tessuti e materiali utilizzati per la creazione di dipinti, mobili, tessuti e altri prodotti artistici e artigianali.

Lana e pelliccia: I dermestidi dei musei possono causare danni ai prodotti di pellicceria, agli indumenti di lana e ad altri articoli contenenti lana e pelliccia.

Possono anche attaccare le piume, il che li rende potenzialmente pericolosi per le vesti storiche di piume e oggetti simili.

Pelle: Le pelli da museo possono danneggiare oggetti in pelle e cuoio, come scarpe, borse e mobili.
Importante da sapere!!!
Quindi, il dermestide è un grosso problema per le rilegature di libri in pergamena e simili, per le montature in tassidermia e per i trofei di caccia.

Gli animali imbalsamati con la tassidermia possono presentare anche un altro problema: le falene

un gruppo di insetti che conta più di 15 mila specie di Lepidotteri. Si tratta di insetti per lo più notturni o serali. Molti sono cheratofagi, cioè si nutrono di sostanze di origine animale: pelle, peli, lana, sostanze cornee. Esiste un ciclo vitale caratteristico che comprende uova, bruchi, pupe e adulti. Spesso preferiscono luoghi bui e poco frequentati, dove possono nutrirsi liberamente e moltiplicarsi rapidamente. Il bruco provoca danni.

Le falene iniziano a moltiplicarsi e a distruggere i materiali utilizzati per l'isolamento tra le pareti delle case o degli edifici. Questo si applica anche all'intonaco, spesso costituito da materiali organici come fibre di legno, cellulosa, lino, juta, lana, ecc. che possono costituire un terreno di coltura per gli insetti.

La situazione peggiore si verifica quando l'isolamento è nascosto, ad esempio, dal cartongesso, il che rende molto difficile il controllo. Le tarme possono penetrare nella struttura dell'edificio attraverso piccole crepe, fessure o fori, per poi moltiplicarsi e nutrirsi dell'isolamento. Questo può portare alla distruzione dei materiali e all'indebolimento dell'isolamento termico, con conseguenti ripercussioni sull'efficacia della coibentazione e dell'isolamento termico dell'edificio. Inoltre, un gran numero di insetti nella stanza non è gradito ai proprietari.
Come risolvere in modo sicuro il problema dello scarafaggio della pelle o della tarma dell'isolamento?
A causa della loro capacità di nutrirsi di una varietà di materiali, i dermestidi di museo possono rappresentare un serio parassita per le collezioni di musei, archivi e collezioni private. Il più delle volte per controllarle si ricorre a pesticidi, come ad esempio i vapori di formalina al 40%, un metodo piuttosto tossico.

L'indubbio vantaggio delle microonde Shashel® è il loro effetto diretto sull'infestante, che contiene una grande quantità di acqua. Le microonde uccidono un verme della pelle all'interno di un animale impagliato o una tarma all'interno dell'isolante di una parete, anche senza accesso fisico e senza influenzare l'ambiente.
Google Review Widget
SIAMO SEMPRE APERTI ALLA COMUNICAZIONE
© All Rights Reserved. Shashel®.

Irritating and playful, slowly devouring the furniture bequeathed by his grandfather, the woodworm gnawed, gnawed, continued gnawing, as if it were a clock devouring time... © Alves Redol
This website uses cookies to ensure you get the best experience
OK
Close
Do you have any questions? Contact us!
I agree to the Terms of Service