Shashel®

I metodi di eliminazione dei silofagi e dei tarli

Per gli esseri umani è estremamente difficile vivere in armonia con il mondo vegetale e animale. Soprattutto è particolarmente complicato andare d'accordo con i tarli nella propria casa. In questo caso non si può fare a meno di proteggere il legno da questi parassiti.

I tarli in una casa di legno

Si tratta di un problema molto comune riscontrato dalla maggior parte dei proprietari di case in legno. Tuttavia, esistono diversi modi per limitare gli effetti nocivi e garantire una lunga durata della struttura. L'unica spiegazione è che il legno è un vero e proprio alimento per questi insetti. Una casa a telaio o in legno lamellare; un bagno, una sauna in tronchi martellati sono anch'essi soggetti ad eventuali danni.

Innanzitutto, è necessario prestare attenzione alla qualità del legno. Il legno secco non può essere utilizzato, essendo quasi sempre già infestato dai tarli! Il legno deve essere vivo e privo di parassiti: non sono ammessi muffe o vermi. Durante la costruzione è necessario un controllo accurato delle materie prime.

In secondo luogo, i tronchi devono essere essiccati nelle apposite camere di essiccazione, rispettando tutti i processi tecnologici. Questo garantisce la completa sterilità del legname. Spesso l'essiccazione naturale dei tronchi è il primo fattore che porta all'infestazione di parassiti. Inoltre, l'impregnazione è il metodo più efficace per trattare il legno prima della costruzione, ma è anche quello più costoso.

Il passo successivo è un trattamento di bio protezione. Si tratta di tutti i tipi di agenti chimici profilattici contro i parassiti del legno. Il loro scopo è quello di prevenire la comparsa di silofagi e muffe nel materiale finito. Essi agiscono in superficie e non penetrano in profondità nel legno. Di conseguenza, se la corteccia è stata infestata da silofagi, questi prodotti non possono essere d'aiuto.

Non dimentichiamo che ci sono anche errori di costruzione. Un'insufficiente impermeabilizzazione dei tronchi inferiori causerà un'eccessiva irrigazione dei tronchi e di sicuro un insetto come il cerambice colonizzerà la sua prole. Le grandi e grasse larve rosicchieranno il legno finché non l'avranno mangiato tutto. Lo stesso vale per i bagni e gli ambienti igienici, dove l'elevata umidità e la ventilazione inadeguata creano le condizioni ideali per i tarli.

La maggior parte delle case in legno sono dotate di caminetti ed è qui che si annida il pericolo, ma non solo a causa del fuoco, ma anche dei tronchi portati per la combustione. La legna vecchia è un ottimo trasportatore per il tarlo. Le larve non si sposteranno fuori dalla legna, ma in una stanza calda, dopo l'impupamento, emergerà un insetto imago adulto che deporrà le sue uova ovunque voglia in casa. Pertanto, non conservate mai la legna da ardere in casa! È consigliabile tenerla fuori dalle abitazioni.
Attenzione alle contaminazioni naturali

La femmina di tarlo può volare per molti chilometri in cerca di cibo e riparo per i suoi piccoli. Può anche arrivare dalla foresta circostante, dalla legna del vicino o da un'altra casa di legno. I primi luoghi di infestazione sono le finestre e le porte. La durata della loro vita è estremamente breve e mira essenzialmente solo a deporre le uova. Gli insetti adulti non mangiano il legno e non fanno buchi, ma depongono le uova nelle fessure dei tronchi o in vecchi cunicoli. Se la casa è abitata e riscaldata, di solito i parassiti si trovano sul lato interno caldo (durante la stagione fredda), dove possono svilupparsi tutto l'anno. Di conseguenza, non è un caso raro trovare una colonia di tarli in una casa di questo tipo.
Questo processo è infinito e non può essere ignorato.
L'aspetto del bruco

Come riconoscere un'invasione di tarli?

Esistono dei segni diretti e indiretti di un'infestazione di tarli. Si tratta della presenza di insetti morti sui davanzali delle finestre e sui pavimenti della casa. Potrete anche vedere la polverina di legno sul pavimento vicino alle pareti o tra i rivestimenti. In più, ci sono diversi fori nei tronchi o passaggi a zig-zag. In questo caso bisogna considerare anche se questi passaggi sono recenti. Il segno più importante, ma non necessario, è il cigolio, lo scricchiolio proveniente dalle pareti. Di solito i tarli sono insetti notturni e di notte si sentono ancora meglio. Questi sono i luoghi da marcare per il trattamento prioritario.
Come suona

I tarli tra le travi

Tutti vogliono essere padroni della propria casa. Spesso la costruzione del tetto avviene utilizzando un sistema di travi in legno, che può risultare molto attraente per il nuovo padrone del sottotetto, ossia il tarlo. Le mansarde calde e ricche di legna creano condizioni quasi perfette durante tutto l'anno. Purtroppo, la fine è triste: il tetto e il sistema di travi perdono resistenza nel tempo, si afflosciano sotto il loro stesso peso, l'impermeabilizzazione è compromessa e, se questo processo non viene individuato e fermato in tempo, il tetto crolla.

Durante la costruzione, è necessario monitorare la qualità del legname utilizzato e il trattamento preventivo antincendio e bio protezione, che, tra l'altro, deve essere ripetuto ogni pochi anni altrimenti sarà impossibile evitare l'infestazione. La sostituzione delle travi e dell'intero tetto è un processo molto costoso. Quindi è meglio prevenirlo.
I tarli nelle travi e nei travicelli

Tarli in solai interpiano e parquet.

I solai interpiano sono una parte importante della costruzione di un edificio, in quanto forniscono resistenza e supporto ai carichi verticali.
Spesso sono costituiti da travi o travetti in legno. Di solito questi sono nascosti dietro il sottopavimento. Rivestiti con truciolato, OSB o semplicemente con pannelli non epurati. All'interno ci sarà del materiale isolante dal vapore. Sopra si vede il parquet. Un posto caldo e ricco per i tarli tutto l'anno!
Il trattamento del legno può comportare lo smontaggio parziale o completo e persino la sostituzione degli elementi. La sostituzione di strutture portanti può essere particolarmente costosa. In una casa già abitata, questa sarebbe una situazione estremamente sgradevole.
Tarli

I tarli in mobili e oggetti da museo

I solai interpiano sono una parte importante della costruzione di un edificio, in quanto forniscono resistenza e supporto ai carichi verticali.
Spesso sono costituiti da travi o travetti in legno. Di solito questi sono nascosti dietro il sottopavimento. Rivestiti con truciolato, OSB o semplicemente con pannelli non epurati. All'interno ci sarà del materiale isolante dal vapore. Sopra si vede il parquet. Un posto caldo e ricco per i tarli tutto l'anno!
Il trattamento del legno può comportare lo smontaggio parziale o completo e persino la sostituzione degli elementi. La sostituzione di strutture portanti può essere particolarmente costosa. In una casa già abitata, questa sarebbe una situazione estremamente sgradevole.
I tarli in mobili

Come eliminare e liberarsi dai tarli

Questi parassiti possono facilmente distruggere interi edifici, per non parlare della riduzione dei mobili in pula. Per combattere i parassiti del legno si utilizzano i seguenti metodi:

  • I metodi chimici - il trattamento con vari agenti chimici organici o inorganici, sia allo stato solido che liquefatto o semplicemente gassoso;
  • I metodi termici – l'eliminazione degli insetti grazie alle alte e alle basse temperature;
  • Il metodo di controllo dei tarli con le microonde.

Un'enorme varietà e una costante innovazione nel campo dei pesticidi ha fatto sì che gli insetti diventassero immuni al veleno. L'uso di prodotti chimici potrebbe portare all'insorgenza di immunità dei tarli agli insetticidi, mentre va notato che i prodotti chimici sono efficaci solo negli strati superficiali del legno. Le norme esistenti confermano che non esiste un prodotto efficace per il controllo dei tarli. Seguendo tali istruzioni, è necessario tagliare una sezione di legno affetta da muffa o da bostrico, bruciarla e sostituirla con una nuova protesi metallica.

La disinfestazione con il gas è una procedura piuttosto lunga e costosa, che richiede una preparazione attenta e meticolosa oltre che la protezione degli operatori coinvolti. Tra l'altro, questa procedura può essere eseguita solo alla corretta temperatura ambientale, il che significa che la disinfestazione a gas non è possibile in inverno, fuori stagione e semplicemente in case poco riscaldate. Inoltre, non fornisce un risultato pari al 100%.

Vale la pena aggiungere che tali sostanze chimiche sono molto tossiche sia per gli esseri umani che per gli animali domestici.
Diamo un'occhiata alle moderne norme DIN e ai metodi termici di controllo dei tarli.
A sua volta, anche il metodo termico non è affatto semplice, anzi, se si vuole disinfettare l'intera casa è piuttosto difficile dal punto di vista tecnico, perché la temperatura di 56 °C necessaria per uccidere i tarli non si può creare in tutte le parti della casa e nello spessore dell'albero contemporaneamente. L'intervento umano sulla natura porta a conseguenze terribili per la flora e la fauna, e infine per l'uomo stesso. Per questo motivo è stato creato e introdotto un nuovo metodo di controllo dei tarli, ovvero dei parassiti del legno.

Le microonde sono la protezione più efficace contro i parassiti del legno.
Il metodo a microonde per contrastare i tarli e gli altri silofagi consente di controllare i tarli con successo anche in inverno a basse temperature. L'effetto del campo a microonde uccide tutti gli ospiti indesiderati senza causare alcun danno al legno e all'ambiente circostante. A differenza dei metodi termici convenzionali, il campo di microonde agisce direttamente e solo sul materiale da trattare e non riscalda l'aria circostante. I dispositivi che generano onde elettromagnetiche eccitano le vibrazioni delle molecole d'acqua sia negli insetti che nel legno. Il movimento, l'oscillazione delle molecole, da cui deriva l'energia termica. In questo modo il legno si riscalda fino a raggiungere la temperatura necessaria di 56° C, sufficiente per uccidere i parassiti del legno (parassiti del legno come calabroni, tarli e altri silofagi). I processi di riscaldamento dei materiali con dei campi a microonde avvengono meglio in presenza di un numero maggiore di molecole d'acqua. Gli organismi viventi (insetti come nel nostro caso) contengono il 70-90% di acqua e, mentre si trovano nel campo delle microonde, vengono riscaldati molto più intensamente del legno in cui si sono precedentemente sviluppati, il che è garanzia assoluta di una rapida e completa eliminazione dei parassiti.
L'azione mirata delle microonde e l'elevata mobilità delle nostre apparecchiature garantiscono un'efficienza del 100%. Inoltre, le microonde sono innocue per l'ambiente, il che significa che le persone e gli animali domestici non devono necessariamente abbandonare le abitazioni quando il dispositivo è in funzione.
Non è un problema se i tronchi sono verniciati o laccati.
I materiali isolanti come il polistirene espanso o la lana di roccia sono materiali radiotrasparenti e non influiscono sulla qualità del trattamento.
Se è presente un eccesso di umidità, il microonde Shashel® la eliminerà. Il sistema garantisce un'asciugatura delicata fino a valori accettabili. Le dimensioni ridotte con la massima area di trattamento rendono la procedura rapida e semplice. Non importa dove si trovi l'insetto, è sufficiente posizionare l'apparecchio davanti all'area infestata e accenderlo per pochi minuti: in questo lasso di tempo nessun parassito rimarrà nel ponte, nemmeno il fungo della muffa, che spesso si trova in simbiosi con alcune specie di silofagi. I tarli saranno eliminati all'istante.
Tra questi, anche plastiche di ogni tipo, vetro, argilla o ceramica, ecc. che non costituiscono alcun ostacolo per Shashel®. È necessario interrompere la tensione per i cavi elettrici solo nel punto in cui si trovano a contatto con l'area di trattamento direttamente sotto il radiatore. La profondità di penetrazione del campo di microonde varia a seconda di fattori quali l'umidità, la specie di legno e persino l'orientamento delle fibre e può raggiungere fino ai 25 cm. E se si tratta di una capanna di legno selvaggio con tronchi di grandi dimensioni? Solo in casi rari ed eccezionali può essere necessario un trattamento su due lati, ma va detto che il nucleo non viene mangiato e che tronchi di 50-60 cm vengono decontaminati con successo.

I dispositivi sono caratterizzati da componenti industriali di alta qualità, il radiatore è realizzato in leghe speciali ed è correttamente dimensionato per garantire la massima efficienza. Il design e l'ergonomia rendono questo apparecchio leggero e facile da usare per ogni famiglia.
Google Review Widget
SIAMO SEMPRE APERTI ALLA COMUNICAZIONE
© All Rights Reserved. Shashel®.

Irritating and playful, slowly devouring the furniture bequeathed by his grandfather, the woodworm gnawed, gnawed, continued gnawing, as if it were a clock devouring time... © Alves Redol
This website uses cookies to ensure you get the best experience
OK
Close
Do you have any questions? Contact us!
I agree to the Terms of Service